fbpx

Quanto costa arredare una farmacia

Quanto costa arredare una farmacia è la domanda più frequente che ci sentiamo fare ma rispondere in poche parole non è semplice perché le variabili che entrano in gioco sono molte.

La prima ed apparentemente più scontata è la metratura ma sfatiamo subito la convinzione che un locale piccolo costi meno; infatti il costo di arredamento al metro quadro è proporzionalmente più alto perché le prescrizioni normative richieste per l’apertura di una farmacia rimangono le stesse indipendentemente dalla dimensione; oltretutto sono variabili in base all’area geografica in cui ci si trova. Alcune Regioni richiedono tot metri dedicati a spogliatoi o bagni o laboratori galenici.

Un’altra variabile è costituita dalle condizioni del locale perché prima di arredare bisogna sistemare l’ambiente che dovrà accogliere l’arredo e quindi è necessario valutare i lavori di ristrutturazione necessari: parte muraria, impianti di climatizzazione ed elettrico, allarme, videosorveglianza ecc.

La consapevolezza di quante e quali preparazioni galeniche vuol fare il farmacista è un’altra informazione importante; così come quante postazioni al banco vuol avere, oppure quante linee di farmaco etico o generico vuol tenere. Informazione questa che determina il numero di cassettiere necessarie.

L’allestimento di uno spazio dove poter erogare ai clienti servizi di autoanalisi o consulenze o visite e trattamenti è un elemento di differenziazione importante per la farmacia che si propone così non soltanto come il punto vendita dove poter acquistare i farmaci ma anche come luogo dove poter ricevere servizi e assistenza.

Sempre più farmacisti richiedono anche l’arredamento di un ufficio dove poter gestire le pratiche amministrative e dove poter ricevere i rappresentanti ed agenti del farmaco.

Infine, ma non ultima per importanza, è la valutazione dell’arredamento e allestimento del magazzino e dello spazio per smistamento farmaci; infatti, in base alla scelta del farmacista di come effettuare gli ordini, se solo ai grossisti o anche alle industrie di produzione, occorrerà dedicare uno spazio più o meno grande alla ricezione e stoccaggio della merce.

Una variabile importante e fondamentale è la scelta dell’illuminazione per la quale è necessario fare uno studio attento e mirato se se ne vuol trarre il massimo beneficio in termini di estetica e di funzionalità.

In base a tutte queste considerazioni, il costo di ristrutturazione di una farmacia va da poche centinaia di Euro al metro se trattasi di solo arredamento a 1.000/1.200 € al mq se occorre prevedere anche lavori di ristrutturazione.

Come arredare una farmacia

La scelta su come arredare una farmacia dipende da più fattori. A prescindere da questi però il consulente commerciale deve saper offrire una proposta che consenta di avere soluzioni di arredo estremamente personalizzabili sulla base dei gusti e degli obiettivi del cliente. Questo attraverso un’ampia scelta di materiali (legno, metallo, magnetico) e di finiture abbinabili tra loro per soddisfare al meglio i gusti del farmacista e contestualizzare la farmacia stessa in base alla sua localizzazione.

Accanto alle esigenze estetiche però la scelta di come arredare la farmacia deve dipendere da selezioni funzionali dettate sia da obiettivi di redditività che da vincoli strutturali.

Per rispondere alla prima esigenza massima attenzione deve essere posta alla progettazione della parte espositiva che deve essere dotata di pannelli per la comunicazione in grado di guidare il cliente nella scelta dei prodotti. La comunicazione può essere fatta nel modo più semplice con l’utilizzo di pannelli magnetici o immagini, tra l’altro molto flessibili ed adattabili in base all’offerta del momento o alla stagionalità; oppure possono essere studiati sistemi di comunicazione più sofisticati dove illuminazione, materiali ed elementi strutturali si intrecciano tra loro.

Elemento fondamentale è il banco etico che può essere di varie forme e quindi divenire elemento distintivo e unico della farmacia. Deve essere studiato assieme al farmacista perché deve contenere tutti gli spazi a lui necessari per la gestione della postazione informatica e della cassa; deve essere più o meno grande in base ai posti di lavoro necessari; deve avere una composizione con cassetti interni dove poter riporre i prodotti da banco, le ricette, le buste ecc. così da permettere al dottore di non distogliere l’attenzione dal cliente e poterlo servire al meglio rendendogli l’esperienza di acquisto positiva e unica, massimizzando così la sua fidelizzazione.

Rimanendo nelle scelte estetiche ma con un occhio particolare alla redditività, nel decidere come arredare una farmacia uno dei punti più importanti è relativo al posizionamento dello spazio espositivo dedicato ai cosmetici. Inoltre risulta fondamentale la scelta della tipologia di espositore perché deve attrarre il cliente. Quindi devono essere studiati i particolari relativi ad illuminazione, schienali, anch’essi più o meno luminosi, decorazioni, abbinamenti di colore. Il tutto finalizzato all’attrazione dell’utente finale.

Per quanto riguarda i vincoli strutturali risulta fondamentale scegliere una tipologia di arredamento che consenta di adattarsi il più possibile all’ambiente. Per questo abbiamo scelto scaffalature realizzate in metallo a cremagliera completamente autoportanti. Sono trattate con verniciatura a polveri epossidiche che permettono di essere posizionate in qualsiasi tipo di ambiente ed anche con gradi di umidità elevata senza subire variazioni nel tempo. Sono rifinite a copertura con pannelli in legno o metallo anch’essi verniciati con vernici a polveri epossidiche. Infine, ma non trascurabile, tutte le componenti devono avere le certificazioni richieste dalla ispezioni ASL territoriali e / o di Igiene di competenza.

Quale azienda arredo farmacie scegliere

Un annoso problema per il farmacista: quale azienda di arredo farmacie scegliere?

Senza dubbio la prima caratteristica che un consulente di arredo deve avere è quella di sapere dare la giusta risposta ad ogni esigenza: farmacia piccola, farmacia grande; arredamento complesso, arredamento semplice; varietà di materiali e finiture; ma soprattutto capacità di ascoltare le esigenze del cliente e saperle tradurre in arredo funzionale, esteticamente bello e sartorialmente tagliato e cucito sui gusti del cliente. Il tutto conoscendo, e di conseguenza rispettando, le prescrizioni obbligatorie previste a livello locale e nazionale.

Interarredo propone delle linee di arredamento completamente componibili e attrezzabili sulla base delle esigenze del cliente. Questo consente anche di fare interventi modulari, quindi con una linea che può crescere nel tempo, iniziando con una esposizione di base con un investimento inziale più contenuto, per poi essere ampliata aggiungendo moduli e/o nuovi elementi di arredo.

La nostra esperienza ventennale nella realizzazione di Farmacie ci ha permesso di selezionare i migliori fornitori specializzati in prodotti per la Farmacia: dalle cassettiere ai Frigoriferi a tutte le componenti necessarie per una realizzazione a 360°. Siamo molto attenti inoltre ad una conoscenza continua dei materiali che ci consente di realizzare componenti all’avanguardia che coniughino le giuste scelte in termini di finiture, illuminazione e che rispondano contemporaneamente ad esigenze di durata, resistenza ed estetica.

Abbiamo rapporti  con aziende di manutenzione in tutta Italia che ci permettono di poter offrire assistenza nella realizzazione e nella manutenzione di tutti gli impianti necessari in farmacia.

Siamo sempre alla ricerca delle ultime novità sul mercato.
Il nostro obiettivo è quello di consentire ai nostri clienti di poter investire avendo in poco tempo un ritorno dell’investimento e su prodotti che si possono riutilizzare e modificare con pochissimo sforzo economico in qualunque momento si voglia rivedere l’immagine o l’assetto della Farmacia stessa.
Aspetto peculiare della nostra azienda è inoltre quello di seguire per il cliente tutte le fasi necessarie alla realizzazione/ristrutturazione della Farmacia offrendo un servizio chiavi in mano: dalla fattibilità iniziale, agli aspetti burocratici, a tutta la realizzazione, dalle fondamenta all’arredo, fino alla ispezione finale con le autorità preposte. Il tutto sulla base di cronoprogrammi stabiliti e concordati che consentano la riapertura della farmacia in tempi brevi.

Interarredo è la vera sartorialità italiana nell’arredo farmacie che amplifica le vendite.